sabato 31 ottobre 2009

34ma settimana... mancano 48 giorni all'ora X!



Bene bene bene.

Sono gonfia come una mongolfiera, ho il fiato corto, prurito su tutta la pancia e tutta la schiena, vertigini e nausea. Non sono mai stata così bene :D

Passiamo al consueto aggiornamento settimanale:
PESO: 69.7 kg
CIRCONFERENZA: 109 cm
POSIZIONE: cefalico, dorso a sinistra
ALIMENTAZIONE: acqua come se piovesse, frutta, marmellata, dolci, pasta, pane, formaggio... insomma, chi più ne ha più ne metta :D

Per oggi è tutto, appuntamento alla prossima settimana :)

martedì 27 ottobre 2009

Dal dutùr...

Stasera siamo andati dal dottore.

Francesco sta benissimo, il cuore batte forte e chiaro (anche se quell'oca della sua mamma si è dimenticata di non mettere la crema sulla pancia e l'apparecchietto scaricava suoni elettrici come una centrale dell'Enel).

Rispetto all'ecografia, si è già girato (ma l'avevo già sentito), adesso è cefalico con il dorso a sinistra, cioè, secondo il dottore, la migliore posizione per avere un travaglio il più veloce possibile.
Per il capoccione il dottore ha detto di non preoccuparmi, è assolutamente fisiologico che adesso sia più grosso, non significa niente di preoccupante, potrebbe semplicemente restare com'è fino all'ora X.

E' anche "terribilmente alto" (dutùr dixit), cioè è spostato ancora in alto rispetto al foro di uscita. Il che vuol dire che può ancora capriolare finchè vuole, in ogni caso finchè ha spazio e/o finchè non scende e si "incastra" con la testa. Detta così è un po' inquietante...

Beh, che dire... ci vediamo tra tre settimane :)

sabato 24 ottobre 2009

Ah, la luna....

Dolce e chiara è la notte, e senza vento
e cheta sopra i tetti e in mezzo agli orti posa la luna
che di lontan rivela, serena ogni montagna.

Così cantava il poeta... quale? Boh, me lo son scordato :) Mi ricordo solo l'incipit della poesia. Ma sto divagando...


Allora, ho guardato il calendario delle lune di dicembre, che non si sa mai che influiscano e, sorpresa sorpresa... il cambio di luna è il 16 dicembre, proprio 2 giorni prima della data presunta per il parto (DPP).

Ora ci sono diverse teorie: chi dice che conta solo la luna che passa da bianca a nera, nel mio caso quel passaggio è il 31 dicembre, cmq troppo tardi per la mia DPP. Ma c'è chi dice che conta anche il cambio da nera a bianca... allora mi sa che farò bene a tenere pronta la borsa qualche giorno prima :D

Ora vado a preparare la cena (filetti di cernia all'acqua pazza), che stasera gioca l'inter! Mica possiamo stare ancora in cucina alle 20.45....

33!!!!!



Siamo all'inizio della 33ma settimana. Bene bene :) Come potete vedere dal disegno preso in prestito da Parents Connect, Francesco continua ad incicciottirsi e sta mettendo i primi capelli.

Ma passiamo alla mamma-contenitore...

Peso: 70,1 Kg, siamo a +10 dall'inizio. Insomma, dai, va bene...
Circonferenza: 108 cm, stabile.
Alimentazione: sto morendo di passione per i dolci.... io che non ne ho mai mangiati! Ovviamente, cerco comunque di contenermi, ci manca solo che mi venga il diabete gestazionale a 7 settimane dalla fine!
Posizione Francesco: all'ecografia era cefalico lato destro, ieri si è girato e adesso dovrebbe essere cefalico lato sinistro (in pratica, fa le piroette sulla testa...), ma non è detto, perchè stamattina stava girando di nuovo... Speriamo bene che almeno rimanga cefalico!

Per il resto, tutto ok. E' arrivato il momento di ordinare il belly bandit :)

venerdì 23 ottobre 2009

Corso pre-parto, 3 di 8: l'epidurale

Oggi pomeriggio abbiamo avuto un incontro collettivo con l'anestesista, per parlare di analgesia epidurale (o peridurale, sono sinonimi).

Cose interessanti da ricordare:
1. l'analgesia peridurale non compromette le funzioni motorie, semplicemente interrompe la catena del dolore prima che arrivi al cervello. Diversa è l'anestesia spinale, che immobilizza completamente il corpo dall'ombelico in giù (e si usa per i parti cesarei programmati).
2. la peridurale viene fatta con l'inserimento di un piccolo catetere, in modo che se il travaglio è molto lungo possono essere somministrati altri boli di analgesico, se invece si passa al cesareo non serve la spinale, si inserisce attraverso lo stesso catetere la dose di anestetico.
3. la peridurale non funziona per tutti: nel 10/15% delle donne non fa effetto. In quel caso, si prova con una nuova dose e poi... si lascia perdere, sono donne sfortunate (speriamo non sia il mio caso!)

Poi ci sono alcune controindicazioni e/o rischi specifici:
- la peridurale non viene fatta se ci sono problemi alla zona lombare: infiammazioni muscolari, sciatalgie per ernie discali, problemi cutanei come acne purulenta, funghi o tatuaggi troppo fitti (l'inchiosto del tatuaggio, se arriva al midollo spinale, potrebbe causare un morbo che non mi ricordo il nome, ma crea danni permanenti).
- in caso di esami sballati (conteggio piastrine basso o PT/PTT lunghi) l'anestesista può decidere di non fare la peridurale, per evitare rischi neurologici
- in caso di malattie neurologiche (ad es alzheimer...) la peridurale può essere fatta previo consenso favorevole del neurologo
- in caso di allergie all'anestetico locale, la peridurale non si fa. Altre allergie, invece, non danno problemi.
- non si fa con la febbre sopra 38. Nessun problema, invece, se si è sotto terapia antibiotica.

Insomma, nel mio caso, non dovrebbero esserci controindicazioni... a meno che non mi venga il febbrone proprio il giorno del travaglio!
In ogni caso, bisogna fare prima la visita con l'anestesista che ci rilascia una cartella in cui c'è anche l'autodichiarazione che non abbiamo nessuna delle malattie di cui sopra. Poi al momento del parto, ci si presenta con la cartella e gli esami fatti da non più di 30 giorni: se tutto è ok, possiamo chiedere l'epidurale (ma non è un obbligo).
La cartella, in pratica, è un passaporto per averla... senza visita non si può fare l'epidurale, mentre una volta che abbiamo la cartellina, si può scegliere di chiederla o meno.

Io, da brava fifona e con il terrore del dolore, mi presenterò magari senza valigia, ma di sicuro con il mio passaportino analgesico sotto braccio! :D

giovedì 22 ottobre 2009

Corso pre-parto, 2 di 7... anzi, 2 di 8

Già perché il corso doveva essere fatto di 7 incontri, ma ne salterà uno perché l'ostetrica Francesca giovedì prossimo non può venire. Quindi faremo 6 incontri (saltiamo l'ultimo, di riassunto e saluti).
Però, ci sono altri due incontri bonus, uno con il neo-natologo e uno con l'anestesista, che sono facoltativi, ma io li farò comunque, quindi torniamo a 8 incontri.
Voilà, svelato il mistero :)

Allora, oggi abbiamo parlato di allattamento (oltre ad altre cose sparse come succede sempre quando si mettono 12 donne nella stessa stanza...)

Cos'ho imparato oggi:
- l'allattamento è una scelta individuale. se una donna, per motivi personali non se la sente o si sente a disagio, meglio che lasci perdere e passi all'artificiale o alla combinazione tiralatte+biberon. Il bambino ha un legame sensoriale fortissimo e diretto con la madre, sente il disagio e quindi è meglio allattare con il biberon con serenità, che fargli percepire una sensazione negativa.
- l'allattamento soddisfa due bisogni primari del bambino: nutrizionale e affettivo. L'attaccamento al seno è per il bambino una coccola, un rilassamento, un contatto sensoriale privilegiato con la mamma, gli serve a combattere la paura o l'ansia, lo calma se ha coliche al pancino ecc ecc ecc
- il latte materno è in assoluto l'alimento più adatto ad un neonato. Non c'è niente che lo equivalga.
- il latte viene fuori se il seno è stimolato (con la suzione) dopo 3/5 giorni dal parto: prima è solo colostro, che è importante comunque perché ricco di anticorpi per il bambino.
- meno allattate e meno latte avrete, e viceversa. E' importante lasciare che sia il bambino a tirare il latte con i suoi tempi, perché serve anche per regolare la produzione di latte alle sue effettive necessità.
- se il bambino fa male mentre allatta, vuol dire che è attaccato male, se è attaccato bene, non fa mai male (e non vengono le ragadi).
- per i primi 30/40 giorni, sarebbe meglio non usare né biberon né ciuccio. Il bambino si abitua a mordere anziché succhiare e ad afferrare male la tettarella (poi vengono le ragadi...).
- la montata lattea può essere dolorosa, dopo qualche giorno si assesta e passa anche l'arrossamento. Non usare il tiralatte durante la montata, se no si continua a stimolare il seno per una produzione eccessiva.
- Cambiare ogni tanto la direzione di "attacco" del bambino, serve a svuotare bene il seno e prevenire l'ingorgo.
- Attaccare il bambino a richiesta: il latte cambia mentre esce, prima è acqua, poi zucchero, poi grasso. Può darsi che il bambino tiri solo qualche sorsata perchè ha sete, ma va bene così. Il neonato si autoregola, se mangia abbastanza si vede dalla pipì e dalla cacca che fa: se sono almeno sei pipì e due cacche al giorno, è più che sufficiente (se ne fa più, tanto meglio).
- pesata una volta a settimana, il bimbo deve crescere 150/200 gr a settimana.
- durata ottimale dell'allattamento: minimo 3 mesi, per il passaggio degli anticorpi dalla mamma al bimbo. Già buono 6 mesi, perché dopo inizia lo svezzamento (prima non serve niente altro che il latte; acqua o tisane sono superflue, se non dannose perchè abituano il bambino al biberon). Ottimale: almeno un anno, così si evita il latte artificiale (dai 12 mesi può prendere il latte vaccino).
- durante l'allattamento non ci sono limitazioni particolari alla dieta: no fumo/superalcolici/droghe, non esagerare con i cibi irritanti (salame/ cioccolata/ vino/ caffè/coca...), non c'è rischio toxoplasma, non ci sono cibi in assoluto che diano coliche al bimbo (ogni mamma si regola con le reazioni individuali), bere molta acqua (il latte materno è fatto al 75% di acqua).

Bene, per oggi è tutto, vado a ripassare le posizioni di allattamento...

mercoledì 21 ottobre 2009

oggi terza ed ultima ecografia

Stamattina abbiamo fatto l'ultima ecografia, di valutazione della crescita.

Abbiamo optato per quella "standard", che era gratuita, quindi stavolta niente 3D. In realtà, sono io che non ci ho proprio pensato e quando me ne sono resa conto... era già ieri :) Quindi per questo giro niente foto a colori, ma potete fidarvi: il nostro cucciolo è bellissimo anche in bianco e nero! E poi, tra 8 settimane avrò fra le mani l'originale... dopo si che gli farò tutte le foto che voglio!

Francesco sta benissimo, è perfettamente nella media con peso (2,070 Kg) e circonferenza addominale, ha il femore leggermente più lungo della media (d'altronde siamo o non siamo due spilungoni?) e la testa... ehm... la testa... come dire... grossina. Cioè, un po' sopra la media. Nel senso... sempre nella curva dei parametri regolari, ma molto verso l'alto. In pratica, a 31 settimane ha la testa di un bimbo di 34. Ehm...

Va beh, prendiamola con filosofia, tanto passano tutti no? Vorrà dire che ha più spazio per sviluppare il cervello... e soprattutto, adesso che sappiamo che sarà di lunghezza e peso normali (salvo ingrossamenti imprevisti, dovrebbe nascere intorno ai 3,2/3,5 kili al massimo), posso dare libero sfogo allo shopping!!!

domenica 18 ottobre 2009

La copertina di Francesco

Come promesso...



Beh, che ve ne pare?

sabato 17 ottobre 2009

Prénatal: l'incontro mamme. Serve davvero?

Sono appena rientrata dall'incontro mamma che Prénatal organizza per le titolari della carta fedeltà.

Gli incontri in realtà sono due, uno dedicato alle mamme e ai cambiamenti a cui andranno incontro durante la gravidanza e un'altro dedicato ai bambini e a come prendersene cura quando escono dal tunnel della felicità.

Mi ricordavo di essermi iscritta all'incontro per i bambini in novembre, perché l'incontro mamme si fa nelle prime settimane e a luglio non c'era più posto. Quando mi hanno chiamato, ieri l'altro, per chiedermi conferma della partecipazione, sono rimasta un po' perplessa, ma poi ho pensato: vorrai mica fidarti della tua memoria inaffidabile? E così ho confermato: sabato, alle 14.15, ci sarò.

Ovviamente, questo era il primo incontro, ma già che c'ero tanto valeva restare, che male non fa. E poi volevo la penna cicciona e il bloc notes in omaggio.


L'incontro è in generale interessante, un po' markettaro ma entro limiti ragionevoli, abbastanza informale e non tecnico come un corso preparto (infatti i pochi padri presenti non erano particolarmente a disagio).
E' stato anche utile? Beh, per me forse non tanto... nel senso che è inutile che mi spieghi come riconoscere le farfalline dei primi movimenti, quando Francesco ormai già fa i carpiati e i doppi salti mortali. Come è inutile che mi dici che sentirò dei fastidi localizzati se si appoggia ad un organo interno, visto che sono tre giorni che cammino a mala pena perchè Francesco usa la mia colonna vertebrale come un punching ball.
Però, in effetti, se ci fosse stato posto all'incontro prima della 20ma settimana, avrei saputo da subito cosa mi aspettava.

In conclusione la risposta è:
è utile se lo fai al momento giusto, diciamo fino ai primi movimenti fetali. Dopo, tanto vale passare direttamente al secondo incontro.

settimana 32


Siamo alle battute finali e, devo dire, più impegnative. Questa settimana siamo entrati nell'8° mese e Francesco ha deciso di rendere l'esperienza "interessante"...

Bollettino settimanale di oggi:
Peso: 68,8 Kg, siamo ormai stabilmente nell'intorno dei 69 kili, il che vuol dire all'incirca +9 Kg dall'inizio della gravidanza. Perfetto, direi...
Circonferenza: nei giorni scorsi la pancia si è un po' abbassata e re-distribuita, con il risultato di essere scesa di nuovo a 106 cm di circonferenza massima. Meno male :) Se no non mi entrava il Belly Bandit che sto per ordinare...
Alimentazione: continuano i disturbi gastrici a metà mattina, ma niente di serio.
Movimenti: qui viene la nota dolente...

Francesco giovedì scorso si è spostato, scivolando verso il basso, in posizione traversa. Il tutto mentre eravamo al primo incontro del corso pre-parto, con il risultato che mentre le altre 10 mamme erano educatamente sedute composte sulle poltroncine, io sembravo una tarantolata e non riuscivo a stare ferma in nessuna posizione... Provate a legare un gatto ad una sedia e avrete lo stesso effetto.
Il peggio è venuto subito dopo, perché Francesco probabilmente si è appoggiato alla mia spina dorsale e da allora, ad ogni movimento, mi schiaccia qualche nervo creandomi delle fitte dolorosissime.
Anche stamattina, mentre mi guardavo allo specchio, deve aver schiacciato il nervo che tiene dritta la gamba destra, con il risultato che ho perso all'improvviso l'appoggio sulla gamba in questione e, se non mi fossi afferrata con le mani al lavandino, sarei caduta a terra come un sacco di patate.
In ogni caso ogni posizione adesso è scomoda, fatico ad alzarmi e a scendere le scale perché non ho più forza nelle gambe, cerco di tenere la schiena il più dritta possibile, per non farlo pesare troppo sulla spina dorsale... e ogni tanto faccio 4 passi, nella speranza che presto si giri di nuovo.

Figlio mio, mi stai facendo vedere le stelle... e senza cannocchiale!

giovedì 15 ottobre 2009

Corso pre-parto: 1 di 7

Stamattina io e papà Angelo siamo stati al primo incontro del corso pre-parto.

Al telefono mi avevano detto che la partecipazione dei papà è graditissima e caldamente consigliata e infatti... l'unico papà presente era Angelo. Che devo dire, ha gestito benissimo e con molta classe l'imbarazzo di trovarsi in aula con 12 donne che parlavano di cose estremamente femminili.

Comunque: tema del primo incontro era un'introduzione e un po' di burocrazia. Cosa mettere nella valigia dell'ospedale, quali documenti preparare prima e dopo la nascita, come registrare il bambino all'anagrafe, quali numeri telefonici/uffici/consultori possono dare supporto e varie altre cose.

Tralascio la fase di presentazione delle mamme e i racconti non proprio "semplici" di chi era già al secondo figlio (nato prematuro, per cui il corso non era riuscita a farlo) o alla seconda gravidanza.

L'unica cosa veramente interessante da riportare qui è la lista dell'ospedale, che per la Mangiagalli di Milano è COMPLETAMENTE diversa da quella che spacciano nei negozi di abbigliamento e/o accessori per mamme e bambini (ivi incluso il pluricitato Prénatal che presenta una lista infinita...).
Le voci della lista sono in grassetto, il resto sono commenti aggiunti a voce dall'ostetrica. Quando preparare la valigia è a discrezione della mamma, non ci sono indicazioni precise (certo, se non aspettate proprio gli ultimi giorni è meglio).

PER LA MAMMA:
- camicie da notte comode per allattare: comode vuol dire camicie o pigiami, come una si trova meglio. Per allattare vuol dire larghe e un po' scollate, non necessariamente quelle orrende con i bottoncini. Non specificano un numero minimo da portare, dipende dalle preferenze individuali e da quante volte volete cambiarvi in quei tre giorni. Per il giorno del parto, meglio una maglietta molto grande o una camicia da notte molto vecchia, così poi potete buttarla perché si concerà.
- mutande monouso: gli slip usa e getta non sono obbligatori, è semplicemente più pratico così non dovete lavarli, ma se volete portarvi le vostre mutande "standard" no problem. Tra i modelli usa e getta, consigliano quelli in rete, che tengono meglio l'ambaradan degli assorbenti post parto rispetto a quelli in carta.
- ciabatte di gomma e cuffia per la doccia: dopo il parto ci si fa una bella doccia, ma sono doccie tipo piscina, dove magari sono passate altre mamme, quindi meglio usare le ciabattine che è più igienico. La cuffia serve solo se non volete lavarvi anche i capelli.
- asciugamani: per la camera in maternità SSN non li forniscono, al Santa Caterina invece sì, quindi nel caso non servono.
- necessario per l'igiene personale: eventualmente anche per il trucco, se vi fa stare meglio essere carine e presentabili.
- calze di cotone: su queste non c'è molto da dire, il concetto è: niente collant o gambaletti sintetici. Ma se volete stare senza calzini... feel free.

Fascia addominale e assorbenti non sono necessari: loro forniscono quelli in garza e cotone (più adatti a contatto con i genitali rispetto a quelli in materiali sintetici), ma consigliano di portare anche qualche assorbente normale (quelli per il ciclo) da mettere tra lo slip e l'assorbente in garza e cotone per non sporcarsi dato il flusso abbondante dei primi giorni.

Per quanto riguarda i reggiseni da allattamento, l'ostetrica ha alzato gli occhi al cielo e ha lasciato cadere il discorso. Probabilmente non servono a niente finché sei in ospedale... in effetti, mia madre non li ha mai avuti, eppure ha allattato due figlie!

In generale sconsigliano di portare oggetti di valore, molto denaro, bagagli ingombranti, ecc ecc... e di fare attenzione ai propri effetti personali.

PER IL NEONATO:
- 3 tutine
- 3 body di cotone con mezza manica
- 3 paia di calzini di cotone
- abitini per la dimissione

In realtà, durante la degenza le ostetriche hanno tutto per vestirli (body, camiciole e ghette tutto bianco e rigorosamente lavato e sterilizzato), quindi portate i vostri solo se volete vestirlo con la vostra roba.
Per la dimissione servono: 1 body, 1 tutina, 1 paio di calzini e una copertina per farlo uscire dall'ospedale, molto meglio e molto più pratica dei tutoni imbottiti che, ci ha spiegato l'ostetrica, vanno benissimo se li portate a fare passeggiate in montagna o sotto la neve, ma per andare dall'ospedale alla macchina e dalla macchina in casa sono solo un impiccio e il bimbo rischia di avere troppo caldo.

ESAMI
- gruppo sanguigno
- eventuale test di Coombs: se non sapete cos'è, vuol dire che non vi serve
- tutti gli esami del sangue e urine effettuati: anche esami immunologici (rubeotest, toxotest, screening epatite)
- ecografie effettuate
- tampone vaginale: questo va fatto l'ultimo mese, nel caso ve lo prescrive il ginecologo

DOCUMENTI ORIGINALI E NON SCADUTI
- tessera sanitaria
- codice fiscale
- documento d'identità

Seguono i numeri telefonici utili da chiamare, ma preferisco non riportarli: sempre meglio informarsi direttamente in Mangiagalli almeno un paio di settimane prima del termine.

mercoledì 14 ottobre 2009

la copertina

in lana all'uncinetto, color ruggine con la F calligrafica in bianco, è quasi finita.

Ora posso proseguire con le tartarughe. Presto le foto...

martedì 13 ottobre 2009

E' ARRIVATO, E' ARRIVATO!!!!

No, non Francesco :) Lui arriverà a dicembre, come da Gantt.

E' arrivato il seggiolone, Chicco Polly Magic Sea Dreams, regalo della nonna Vittorina. Ce l'hanno consegnato stamattina.

L'abbiamo comprato insieme al trio Inglesina Zippy System Blue Notte, regalo del nonno Pinuccio.

Abbiamo comprato il tutto su questo sito domenica sera, ad un ottimo prezzo rispetto ad altri rivenditori, con spese di spedizione dignitose... e stamattina ce l'hanno consegnato.

Se fosse stato un negozio ebay, avrei lasciato un feedback 5 stelle :)

Altro da agigungere? Beh, direi di si!
grazie nonni!!!

domenica 11 ottobre 2009

fiera gita o gita in fiera?

Oggi a Novegro c'è Bimbinfiera . Quale migliore occasione per andare a sbirciare i modelli di passeggino superleggeri che si aprono con un dito e si chiudono direttamente con il bambino dentro? o i seggioloni autocullanti, che fanno fare anche il ruttino? o le altre mille meravigliose attrezzature per i cuccioli di homus technologicus in arrivo?

Per almeno 5 lunghi minuti, io e papà Angelo ci siamo scervellati con l'amletico dubbio: "andare o non andare?". Poi abbiamo pensato: sui siti on line, abbiamo trovato le ultime cose che ci servono (davvero) al 20-30% in meno del prezzo di listino. Anche immaginando che in fiera vendano i prodotti (cosa per nulla scontata), alla fine potremmo risparmiare quanto...? 10 euro? 20? Considerando che l'ingresso sono 9 euro (a testa), forse che forse possiamo anche andare da qualche altra parte...

E così, la gita in fiera è stata barattata per una fiera gita al lago di Lecco, con passeggiatina a guardare le papere, una bella pizza e uno sbircio veloce al mercatino delle cianfrusaglie. Decisamente più rilassante... e più utile per il piccolo Francesco :)

sabato 10 ottobre 2009

come la va? la va, la va....

oh, allora, aggiornamento settimanale: inizia la 31ma

peso: 69.1 kg (ma mi sono pesata di sera, ci sarà almeno un mezzo kiletto in più rispetto alla pesata di mattina...)
circonferenza: 109 cm. alla faccia... la mia amichetta Barbara che è 6 settimane avanti a me non è arrivata a 103! va beh che lei è magrina magrina, però...
fastidi: la gastrite va scemando, probabilmente aveva ragione la nonna, stava facendo i capelli. adesso saran già cresciuti e ha smesso.
movimenti: ehi, tu, piccolo Eto'o, la pianti di tirare i rigori? il mio ombelico non è un pallone da calcio!
gioco della settimana: afferrare con le manine le pieghette interne della placenta e girare il polso. Francesco impara a stringere i pugnetti e la mamma a trattenere le grida di dolore. Avete mai provato a bucarvi la pancia dall'interno con un ferro da calza appuntito? Stesso effetto.

Su, su, siamo alla fine del settimo mese, ormai si intravede la fine del tunnel... per tutti e due. Anzi, per tutti e tre, che anche papà Angelo non vede l'ora di esercitarsi con cremine e pannolini :)

venerdì 9 ottobre 2009

la nonna, la nonna!

Questa settimana è venuta la nonna Vittorina ad aiutarmi. Meno male, nonostante i 70 e passa anni, ha più energia di me (non che in effetti ci voglia molto, visto che con la panciotta a metà scala ho già il fiatone...).

Abbiamo messo a posto il giardino e i mobili da giardino per l'inverno, pulito le persiane (grande passione della nonna fin dalle prime visite in cascina), comprato le tende per la cameretta, spulciato tra le occasioni dell'Ikea per pescare utilissimi lenzuolini per culla (che in esposizione non trovavo... chissà dove le tenevano), e poi... la nonna ha regalato a Francesco i pesciolini per la cullina :)

La cosa bella, è che tutti i pesciolini guardano in giù! Così Francesco potrà vederli dritti in faccia :)


martedì 6 ottobre 2009

Dal dutùr: il controllo

Stasera siamo andati a fare il controllo dal ginecologo: esami ok, aumento peso ok, calci nello stomaco ok, cali di pressione nella norma.

Insomma, il fanciullo cresce benissimo :)

domenica 4 ottobre 2009

buon "prossimo" onomastico.

Oggi è il 4 ottobre, San Francesco. Tra l'altro anche patrono d'Italia.

Tecnicamente non credo si possa parlare di onomastico per il mio piccolo Francesco, visto che ancora non è nato e, di conseguenza, non è battezzato.

Però, io e Angelo volevamo fargli lo stesso gli auguri... in anticipo di un anno :)

Speciale anteprima: le bomboniere per il battesimo (si, ho un sacco di tempo libero a casa, almeno finché non arriva il protagonista...)



sabato 3 ottobre 2009

inizia la trentesima settima

auf, un po' alla volta, si va sempre avanti...

aggioramenti:

Peso: 67,5, in crescita lenta lenta, ma costante
Circonferenza: 106. sinceramente, da come mi sento goffa, credevo di essere molto più ingombrante, rispetto a due settimane fa.
Alimentazione: bevo sempre più acqua, che è un bene. Mangio un sacco di frutta, che è sempre un bene. Ogni tanto ho voglia di un dolcetto, che tutto sommato male non fa. Però la gastrite... quella si che sta tornando di brutto, e fa decisamente male!

Dotazioni domestiche: vestitini, lenzuola, asciugamani ecc ecc sono più o meno tutti già lavati, stirati e piegati. Organizzati per trimestre in opportune buste salva-polvere e scatole etichettate. Ho scelto seggiolone (che regalerà la nonna Vittorina) e il trio passeggino/carrozzina (che regalerà il nonno Pinuccio), devo solo trovare il miglior prezzo on line e ordinarli.
Beh, non manca nulla, a parte tutto il resto. Giusto? :)